Ascensori Oleodinamici ed Elettrici

Versatili, pratici ed efficaci. Sopralluoghi e preventivi gratuiti

Piattaforme e Mini Ascensori per interno ed esterno

Soluzione ideale per residenze private o strutture pubbliche di vario genere.
Sopralluoghi e preventivi gratuiti

Montacarichi e Montauto

Ideale per le necessità di magazzini, centri commerciali o industrie manifatturiere.
Sopralluoghi e preventivi gratuiti

Montascale

La soluzione ideale per anziani e disabili. Sopralluoghi e preventivi gratuiti

Slider

Contributi e agevolazioni per l’abbattimento delle barriere architettoniche

Scopri come risparmiare! In base ai diritti dell’acquirente si possono ottenere:

DETRAZIONE IRPEF 19%

Le spese sostenute dai contribuenti privati per l’acquisto di montascale o servo scale rientrano tra gli oneri con diritto alla detrazione di imposta IRPEF del 19% e sono da classificare tra le spese sanitarie per portatori di handicap. I beneficiari sono in primo luogo i portatori di handicap che
hanno ottenuto il riconoscimento della Commissione medica istituita ai sensi dell’art. 4 della Legge n. 104 del 1992, ma anche tutti coloro che sono stati ritenuti invalidi da altre commissioni mediche pubbliche incaricate ai fini del riconoscimento dell’invalidità civile, di lavoro, di guerra, ecc.

I soggetti riconosciuti portatori di handicap ai sensi dell’art. 3 della Legge n. 104/92 possono attestare la sussistenza delle condizioni personali richieste anche mediante autocertificazione effettuata nei modi e nei termini previsti dalla legge. Tale autocertificazione dovrà attestare che
l’invalidità comporta ridotte o impedite capacità motorie permanenti e dovrà far riferimento a precedenti accertamenti sanitari effettuati da organi abilitati all’accertamento di invalidità, considerato che non compete al singolo la definizione del tipo di invalidità medesima.

Intestazione della fattura:
La fattura dovrà essere intestata al soggetto portatore di handicap qualora sia titolare di reddito complessivo superiore a 2.840,51 euro. Qualora il soggetto portatore di handicap sia fiscalmente a carico di un familiare, la fattura potrà essere intestata indifferentemente al soggetto stesso o al
familiare che lo ha fiscalmente a carico. Il beneficiario della detrazione IRPEF è il contribuente che ha effettivamente sostenuto la spesa nell’interesse della persona fiscalmente a suo carico. 

Per essere considerati fiscalmente a carico è necessario che il reddito personale complessivo, al lordo degli oneri deducibili e della deduzione per l'abitazione principale e pertinenze, non sia superiore a 2.840,51 euro.

 

CUMULABILITA’ DELLE DETRAZIONI IRPEF

La detrazione IRPEF del 19% può essere fruita sulla parte eccedente la quota di spesa già assoggettata alla detrazione del 36% (ora 50%) riferita alle spese per interventi di recupero edilizio tesi all’eliminazione delle barriere architettoniche.

Invitiamo il Cliente a verificare sempre e in modo anticipato con i propri consulenti fiscali la corretta applicazione della normativa fiscale al proprio caso specifico.

 

IVA AGEVOLATA AL 4%

Si applica l'aliquota Iva agevolata al 4% a tutti sussidi tecnici e informatici rivolti a facilitare l'autosufficienza e l'integrazione dei portatori di handicap indicati all'articolo 3 della legge n. 104 del 1992.  

La vigente normativa sull'IVA prevede l’applicazione dell’ aliquota agevolata al 4% "anche alle prestazioni di servizi dipendenti da contratti di appalto aventi ad oggetto la realizzazione delle opere direttamente finalizzate al superamento o alla eliminazione delle barriere architettoniche".

 

CONTRIBUTI REGIONALI ( LEGGE 13/89 ) PER IL SUPERAMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE

Il quadro normativo nazionale va completato con le recenti disposizione in tema di abbattimento delle barriere architettoniche, a favore della fascia di individui, che permanentemente o temporaneamente, soffrono di una ridotta o impedita capacità motoria. Il D.M. 14 giugno 1989 n° 236 fornisce le "prescrizioni tecniche necessarie a garantire l'accessibilità, l'adattabilità e la visitabilità degli edifici privati e di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata ed agevolata, ai fini del superamento e dell'eliminazione delle barriere architettoniche"; contemporaneamente al Decreto stesso è stata pubblicata una "circolare esplicativa" della Legge stessa.

A partire dalla data dell'11 agosto 1989 dovranno ottemperare alla citata Legge n°13 tutti i progetti relativi a:

  • costruzione di nuovi edifici privati (residenziali e non);
  • costruzione di nuovi edifici per l'edilizia residenziale pubblica sovvenzionata ed agevolata;
  • ristrutturazione di edifici privati e di edifici per l'edilizia residenziale pubblica sovvenzionata ed agevolata.

A partire del 1996, per effetto del D.P.R. 24/7/96 n° 503, anche la costruzione di tutti gli edifici pubblici deve rispettare le prescrizioni di cui alla Legge n° 13 del 1989 (il D.P.R. n° 384 del 1978 è abrogato). La Legge n°13 e in particolare il D.M. 236 hanno formulato prescrizioni dimensionali ed una precisa serie di dettagli, che condensiamo qui di seguito:

  • le porte di cabina e di piano devono essere a scorrimento automatico: solo "nel caso di adeguamento" la porta di piano può essere ad anta incernierata, purché dotata di sistema per l'apertura automatica;
  • le porte devono rimanere aperte per almeno 8 secondi e il tempo di chiusura non deve essere inferiore ai 4 secondi;
  • l'arresto ai piani deve avvenire con autolivellamento, che garantisca una precisione di arresto con tolleranza massima di ± 2 cm;
  • lo stazionamento delle cabine ai diversi piani di fermata deve essere effettuata con porte chiuse;
  • tutte le bottoniere devono avere i pulsanti ad altezza massima compresa  tra i 1,10 e 1,40 m; i pulsanti devono prevedere la numerazione in rilievo e le scritte con traduzione in Braille;
  • accanto alle bottoniere dev'essere posta una placca di riconoscimento del piano in carattere Braille;
  • la bottoniera interna deve essere posta su una parete laterale ad almeno 35 cm dalla porta della cabina;
  • all'interno della cabina devono essere sistemati un citofono (ad altezza compresa tra gli 1,10 e gli 1,30 m), come pure una luce d'emergenza (con autonomia minima di 3 ore) e, "ove possibile", un sedile ribaltabile con ritorno automatico;
  • dev'essere prevista una segnalazione sonora dell'arrivo della cabina al piano.

DIMENSIONI MINIME DI CABINA - D.M. 236/89

Tipo di Edificio:

  • Nuovo non residenziale: 1400 ( profondità ) - 1100 ( larghezza ) 800 ( luce della porta )
  • Nuovo residenziale: 1300 ( profondità ) 950 ( larghezza ) 800 ( luce delle porta )
  • Pre-esistente: 1200 ( profondità ) 800 ( larghezza ) 750 ( luce della porta )

Le prescrizioni di cui sopra sono valide per tutto il territorio italiano ad esclusione della Regione Lombardia (Legge n° 6 del 22.2.89) e delle Regione Calabria (Legge n° 8 del 23.7.98).

 

AGEVOLAZIONI PER RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE

Ecco un estratto tratto dal sito dell’Agenzia delle Entrate con la Guida aggiornata a Febbraio 2019 sulle detrazioni fiscali spettanti per le ristrutturazioni edilizie.

La Legge di bilancio 2019 ha rinviato al 31 dicembre 2019 la possibilità di usufruire della maggiore detrazione Irpef (50%) e del limite massimo di spesa di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare. Dal 1° gennaio 2020, salvo non intervenga una nuova proroga, la detrazione tornerà alla misura ordinaria del 36% con il limite di 48.000 euro. Dal 2018 è stato introdotto l’obbligo di trasmettere all’Enea le informazioni sui lavori effettuati per monitorare e valutare il risparmio energetico conseguito con la realizzazione degli stessi interventi di recupero edilizio; le relative agevolazioni non sono tuttavia applicabili al settore degli impianti di sollevamento.

Nella Guida, inoltre, vengono trattati anche altri benefici fiscali per i lavori sul patrimonio immobiliare come la possibilità di pagare l’Iva in misura ridotta e di portare in detrazione gli interessi passivi pagati sui mutui stipulati per ristrutturare l’abitazione principale; le detrazioni per l’acquisto di immobili a uso abitativo facenti parte di edifici interamente ristrutturati e quelle per la realizzazione o l’acquisto di posti auto. 

Per informazioni più dettagliate è possibile consultare la guida disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate al seguente link.

 

FINANZIAMENTO TASSO 0%

La nostra azienda, per venire in contro alle Vostre esigenze, è in grado di realizzare piani di pagamenti a rate estremamente flessibili e vantaggiosi per permetterVi di soddisfare le vostre necessità senza gravare sul bilancio.

Richiedi un preventivo gratuito!

Slider

Caratteristiche principali dei nostri ascensori

Economici

Versione base a prezzi molto competitivi.

Bassi consumi

Ascensori performanti: alte prestazioni e bassi consumi = bollette più leggere

Personalizzabili

Infinite combinazioni di estetica, di finitura e di materiale. Crea il tuo design!

Sicuri

Progettati e collaudati per seguire le più recenti normative europee in termini di sicurezza.

Slider

Curiosità e Domande Frequenti

Miti e leggende
L’ascensore ( se installato e mantenuto secondo le norme di sicurezza ) NON PRECIPITA. L’ascensore ( se installato e mantenuto secondo le norme di sicurezza ) NON FUNZIONA CON LE PORTE APERTE. Se un ostacolo impedisce la chiusura delle porte, l’ascensore NON PARTE.
Il mio ascensore è obsoleto, rumoroso, esteticamente superato. Posso fare qualcosa?
Certamente! Avendo uno storico dettagliato inserito a sistema, conosciamo "vita, morte e miracoli" del Vostro ascensore. Siamo così , in grado, di fornirVi soluzioni specifiche per “ ammodernare “ il vostro elevatore. Le nostre azioni sono finalizzate a : Aumento della sicurezza Aumento del comfort di marcia Miglioramento estetico Ottimizzazione generale
Ho un ascensore di un’altra marca, posso cambiare azienda di manutenzione?
Si, si può cambiare in qualsiasi momento il servizio di assistenza. Anche se il contratto stipulato con l’azienda precedente implica il pagamento di penali, i costi sostenuti verranno completamente scontati. Presenti sul mercato da oltre 52 anni, con una vasto magazzino ricambi ( punto di riferimento anche per altre aziende della nostra rete ) siamo in grado di fornire assistenza su QUALSIASI tipo o modello di ascensore.
Prima di iniziare i lavori, servono permessi particolari ?
Si, a seconda del tipo di intervento, potrebbero essere necessari alcuni documenti. Una volta in contatto con il nostro referente verrete informati su cosa sia necessario presentare ai vari enti.
Quanto tempo ci vuole per il montaggio?
Occorre valutare una serie complessa di fattori ma, nella media, occorrono circa 3 settimane per una piattaforma e 4 settimane per un ascensore.
Sono personabilizzabili ?
Disponiamo di una vastissima gamma di soluzioni per creare un prodotto secondo qualsiasi tipo di richiesta.
La garanzia?
Tutti i nostri prodotti sono coperti da garanzia totale in base al tipo di contratto.
Il montascale può essere installato su tutti i tipi di scala?
Se le dimensioni minime di larghezza del vano scala lo consentono ( almeno 100 cm ) si possono montare macchine con ingombri particolarmente ridotti. In seguito al nostro sopralluogo gratuito vi forniremo la soluzione migliore.
Cosa comprende il canone di manutenzione?
In base al tipo di contratto, nel costo del servizio è sempre compreso : Assicurazione contro ogni tipo di infortunio provocato dall’ascensore con massimali di oltre 10 milioni euro. Verifica delle parti Lubrifica delle parti Controllo generale Pulizia Bonifica della fossa Servizio di reperibilità 24 su 24 Assistenza all’ingegnere durante il collaudo.

Beneficia delle Agevolazioni Fiscali

Recuperi metà dell’importo con la
detrazione del 50%

Grazie ai contributi e le detrazioni oggi installare un'ascensore è assolutamente conveniente.
Risparmia grazie ai vantaggi fiscali legati al mondo dell’accessibilità, come l’iva agevolata al 4%, e beneficia inoltre della detrazione fiscale per ristrutturazione edilizia che permette di recuperare il 50% della spesa.

Ho preso visione della privacy policy ed acconsento al trattamento dei dati.

risparmio agevolazioni fiscali
Slider
Slider

Ammodernamenti e Sicurezza

Interventi finalizzati all’aumento della sicurezza, del comfort di marcia o al miglioramento dell’estetica e della funzionalità del vostro elevatore.

Il prestigio del Vostro immobile dipende anche dallo stato del vostro ascensore.

Possiamo fornirvi Pacchetti personalizzati che garantiscono una maggiore sicurezza ed affidabilità.

Siamo specializzati in :

  • Adeguamenti normativi
  • Sostituzione della "parte elettrica" ( quadro con inverter )
  • Sostituzione del gruppo di trazione.
  • Sostituzione del kit arresto di emergenza per eccesso velocità ( componenti rispondenti alle ultime normative in vigore ).
  • Installazione di kit per l’automazione delle porte di piano.
  • Installazione dispositivi bidirezionali ( per comunicare con la nostra centrale operativa in caso di intrappolamento )
  • Illuminazione a led della cabina
  • Rivestimento cabina con qualsiasi tipo di materiale, design e finitura.
  • Sostituzione pulsantiere.

Finanziamenti a tasso ZERO

I fattori per determinare il prezzo di un ascensore sono vari. In particolare, il numero di piani serviti, la tipologia di impianto, richiesta di accessori opzionali e/o misure particolari.
Grazie ai contributi, la detrazione del 50% e l’IVA agevolata al 4% oggi installare un'ascensore è assolutamente conveniente.
Inoltre la nostra Azienda è in grado di venire incontro alle tue esigenze con finanziamenti a tasso zero per lavori di ammodernamento e di sostituzione integrale del Vostro ascensore.

Recuperi metà dell’importo con la detrazione del 50%
Slider

 

Contattaci per un preventivo o sopralluogo senza impegno 

Ho preso visione della privacy policy ed acconsento al trattamento dei dati.

Powered by Link Informatica Web Agency  login